That was the hottest September in 135 years of record keeping.

La Rete democratica è un “mito”. È controllata da pochi colossi e infestata dai troll: tollerati perché generano “traffico”, pubblicità e ricavi
Trolls Inc.

World Food Day 2014: Family Farming aka the preservation of natural resources through sustainable practices.

Oggi è la Giornata Mondiale dell’Alimentazione.

Rafforzare l’agricoltura familiare e i piccoli proprietari terrieri attraverso il Commercio Equo contribuisce alla sicurezza alimentare globale e a migliori pratiche agricole per una gestione più ecologica delle risorse naturali.

World Fair Trade Organization (WFTO)

Sono aumentati del 400% a partire dal 2008 in Italia i gruppi di acquisto formati da condomini, colleghi, parenti o gruppi di amici che decidono di fare la spesa insieme per ottenere condizioni vantaggiose, ma soprattutto per garantirsi la qualità.
Un provvedimento che condanna il Belpaese all’arretratezza di un’economia basata sul consumo intensivo di risorse non rinnovabili e concentrata in poche mani. È un vero e proprio assalto finale delle trivelle al mare che fa vivere milioni di persone con il turismo; alle colline dove l’agricoltura di qualità produce vino e olio venduti in tutto il mondo; addirittura alle montagne e ai paesaggi sopravvissuti a decenni di uso dissennato del territorio. Basti pensare che il Governo Renzi rilancia le attività petrolifere addirittura nel Golfo di Napoli e in quello di Salerno tra Ischia, Capri, Sorrento, Amalfi e la costiera Cilentana, dell’omonimo Parco Nazionale”.

Si arriva al paradosso che le produzioni agricole di qualità, il nostro paesaggio e i tanti impianti e lavorazioni che non provocano inquinamento, compresi quelli per la produzione energetica da fonti rinnovabili quando realizzati in maniera responsabile e senza ulteriore consumo di territorio, non sono attività strategiche a norma di legge. Lo sono, invece, i pozzi e l’economia del petrolio che, oltre a costituire fonti di profitto per poche multinazionali, sono causa dei cambiamenti climatici e di un pesante inquinamento. Mentre il mondo intero sta cercando di affrancarsi da produzioni inquinanti, il Governo Renzi per i prossimi decenni intende avviare la nostra terra su un binario morto dell’economia. Eppure l’industria petrolifera non ha portato alcun vantaggio ai cittadini ma ha costituito solo un aggravamento delle condizioni sociali ed ambientali rispetto ad altre iniziative legate ad un’economia diffusa e meno invasiva.
Le evidenze scientifiche sul cambiamento climatico, avverte il report, sono arrivate a un punto tale da permettere di individuare i danni e dividerli secondo criteri precisi tra i vari soggetti responsabili. Ciò significa che d’ora in avanti sarà sempre più facile agire in sede legale contro i “big” dei combustibili fossili, non solo nei loro Paesi d’origine ma, più in generale, in tutti i territori che si trovino a pagare le conseguenze del riscaldamento globale.
La temperatura media globale non è un buon indicatore della salute del pianeta.Piuttosto, bisogna tracciare una serie di segni vitali.

La temperatura media globale non è un buon indicatore della salute del pianeta.Piuttosto, bisogna tracciare una serie di segni vitali.